Warning: DOMDocument::loadXML(): Start tag expected, '<' not found in Entity, line: 1 in /web/htdocs/www.annarosadeluca.it/home/admin/wp-content/plugins/premium-seo-pack/modules/title_meta_format/init.social.php on line 483

E’ davvero un attacco di panico?

Ti viene chiesto di fare una presentazione al lavoro e improvvisamente la stanza comincia a girare, inizi a sudare eccessivamente e il tuo cuore batte forte per la paura.
Si tratta di un attacco di panico? O sei solo ansioso e stressato? E qual è la differenza davvero?

Ansia – che cos’è?

E ‘normale sentirsi ansiosi di tanto in tanto, sensazioni di disagio e di stress estremo, l’ansia può a volte essere il solo modo con cui la nostra mente tenta di gestire il cambiamento.
L’ansia ci mantiene in allerta per affrontare nuove sfide,come può essere un esame o un primo appuntamento.

Ma se siete costantemente preoccupati per il futuro e vi ritrovate imprigionati in cicli di pensieri negativi,allora è probabile che si stia facendo strada un possibile disturbo d’ansia.

attacco di panico attacco di panico

Che cosa è un ‘attacco di ansia’?

Un attacco di ansia è un’esperienza in cui l’ansia raggiunge dei ‘picchi’ elevati tali che il soggetto si senta completamente in preda di questa sensazione che diventa addirittura insopportabile.

Un attacco di ansia può insorgere in risposta ad un fattore di stress o ad una situazione specifica, ad esempio se viene inaspettatamente chiesto di alzarsi e parlare al matrimonio di un amico o arrivare in cima ad una collina e accorgersi che è più ripida di quanto si pensasse.

I segni di un attacco di ansia possono avere sia una componente mentale che fisica. Di fronte ad un emozione di paura, il cuore può iniziare a battere forte, la testa gira, i muscoli sono tesi, non si riesce a respirare.

Un attacco di ansia non dura a lungo . Una volta che il problema viene affrontata l’ansia tende a diminuire fino a liberarsene totalmente..

In generale, dopo un attacco di ansia , si può dare un senso a ciò che è accaduto. Si è consapevoli di quello che ci ha spaventato e quindi non è probabile che ci sarà un altro attacco di ansia.

Mentre gli attacchi di ansia non sono una condizione patologica in sé e per sé, sono spesso un sintomo di altri disturbi che includono fobia sociale, fobia specifica, disturbo da attacchi di panico. disturbo ossessivo-compulsivo, disturbo da stress post – traumatico ( PTSD ) e disturbo d’ansia generalizzato ( GAD ).

Cos’è un attacco di panico?

Un attacco di panico è una risposta fisica e mentale improvvisa e intensa, che, come un attacco di ansia, può comportare vertigini, palpitazioni cardiache, mancanza di respiro, capogiri, sudorazione eccessiva.

Ma un attacco di panico può comportare ulteriori sensazioni fisiche intense quali tremori, sensazione di avere parti del corpo intorpidite,sensazione di svenimento, formicolii.

Un attacco di panico tende ad essere molto meno “logico” di un attacco di ansia. Può succedere all’improvviso, di punto in bianco, e durante l’attacco di panico la persona ritiene di essere totalmente inconsapevole del perché si sia sentita così, cercando di dare un senso a quello che è successo e cosa posso averlo scatenato.

Mentre gli attacchi di ansia possono causare paura, gli attacchi di panico sono caratterizzati da una sensazione più intensa di paura che confina con il terrore. Molte persone riferiscono che nel corso di un attacco di panico in realtà temevano per la loro vita, pensando di essere sul punto di morire, o di avere un attacco di cuore o di impazzire.

Gli attacchi di panico possono essere così intensi da far insorgere la paura di averne un altro generando un rimugino costante sulla possibilità di poter stare male nuovamente.
Solitamente la durata di un attacco di panico varia dai cinque ai venti minuti.

Come si correlano ansia e panico?

L’ansia è il precursore del panico . La maggior parte delle persone che finiscono per soffrire di attacchi di panico hanno avuto solitamente problemi con l’ansia.
Perone che iniziano a dover affrontare delle difficoltà in famiglia o al lavoro, avere problemi economici o lavorare in un ambiente di lavoro conflittuale. Spesse volte l’ansia è collegata a qualcosa di molto lontano nel tempo che può funger da trigger per gli attacchi di panico anni dopo.
Infatti l’ansia è il sintomo principale del disturbo di panico .

Attacco di panico vs attacco di ansia

Un attacco di panico viene considerato meno controllabile rispetto ad un attacco di ansia che viene valutato come una risposta a un fattore di stress che la persona riconosce come tale.
Un attacco di panico lascia confusi su quello che è appena successo mentre in molte circostanze una situazione che genera ansia è completamente spiegabile.
Dopo un attacco di panico si è terrorizzati che possa accadere ancora, dopo un attacco di ansia si è spesso molto sollevati da come il fattore di stress è stato affrontato
Durante un attacco di panico la persona sente di non avere controllo sulla situazione, di dover far fronte a qualcosa di ingestibile mentre in un attacco di ansia la sensazione è che sia difficile ma gestibile.
Un attacco di panico è una condizione psicologica diagnosticabile, invece un attacco di ansia è un momento di estrema ansia.

Si possono avere attacchi di panico e ansia allo stesso tempo ?

Sì , e la maggior parte delle persone che soffrono di attacchi di panico hanno anche l’ansia.
Questo potrebbe essere il caso di un disturbo d’ansia sociale, per esempio, dove l’ansia è persistente ma alcune situazioni sociali possono essere così invalidanti da causare anche attacchi di panico.

La cosa più importante da sapere su attacchi di panico e di ansia

Gli attacchi di panico e ansia possono essere intensi e influenzare notevolmente la qualità della tua vita se persistono .
Ma entrambi sono curabili e cercare un sostegno per i vostri attacchi di ansia e di panico può fare la differenza per il vostro benessere .

La terapia cognitivo comportamentale ( CBT) , in particolare, è stato valutata per essere efficace in tutti i disturbi d’ansia, permettendoti di identificare i pensieri irrazionali che scatenano il panico e ansia e trovando delle modalità alternative di pensiero.

Rispondi