Warning: DOMDocument::loadXML(): Start tag expected, '<' not found in Entity, line: 1 in /web/htdocs/www.annarosadeluca.it/home/admin/wp-content/plugins/premium-seo-pack/modules/title_meta_format/init.social.php on line 483

Fobie specifiche

IMG_4107

La fobia specifica è una paura eccessiva o irragionevole innescata dalla presenza o l’anticipazione di un particolare oggetto o situazione. Le persone con fobie specifiche si rendono conto dell’irrazionalità di certe reazioni emotive, ma nonostante questo non  riescono a controllarle. L’esperienza di ansia legata all’elemento fobico può assumere la forma di un attacco di panico quando si è esposti all’oggetto temuto o ad una situazione specifica. Quello che accade è che la persona ansiosa evita l’oggetto o la situazione temuta o lo sopporta con intensa ansia o disagio. Queste esperienze ansiogene o i comportanti evitanti a esse legate  interferiscono significativamente con la sua vita o causano forte angoscia. L’ansia fobica si esprime con sintomi fisiologici quali tachicardia, disturbi gastrici e urinari, nausea, diarrea, senso di soffocamento, rossore, sudorazione eccessiva, tremito e spossatezza. La reazione comune è quella di voler fuggire, mettendo in atto una strategia di emergenza che costituisce in realtà una trappola, poiché ogni evitamento, infatti, conferma la pericolosità della situazione evitata e prepara l’evitamento successivo. Come in tutti i disturbi d’ansia gli evitamenti producono l’aumento della sfiducia nelle proprie risorse e capacità sopravvalutando il pericolo della situazione temuta e sottovalutando la capacità di gestire la situazione. Le fobie specifiche possono riguardare diverse situazioni o oggetti e si possono classificare in questo modo:

  • Tipo animali: fobia dei ragni (aracnofobia), fobia degli uccelli o fobia dei piccioni (ornitofobia), fobia degli insetti, fobia dei cani (cinofobia), fobia dei gatti (ailurofobia), fobia dei topi, ecc….
  • Tipo ambiente naturale: fobia dei temporali (brontofobia), fobia delle altezze (acrofobia), fobia del buio (scotofobia), fobia dell’acqua (idrofobia), ecc..
  • Tipo sangue-iniezioni-ferite: fobia del sangue (emofobia), fobia degli aghi, fobia delle siringhe, ecc. In generale, se la paura viene provocata dalla vista di sangue o di una ferita o dal ricevere un’iniezione o altre procedure mediche invasive.
  • Tipo situazionale: nei casi in cui la paura è provocata da una situazione specifica, come trasporti pubblici, tunnel, ponti, ascensori, volare (aviofobia), guidare, oppure luoghi chiusi (claustrofobia).

  Una forma particolare di fobia riguarda il proprio corpo o una parte di esso, che la persona vede come orrende, inguardabili, ripugnanti (dismorfofobia).