Warning: DOMDocument::loadXML(): Start tag expected, '<' not found in Entity, line: 1 in /web/htdocs/www.annarosadeluca.it/home/admin/wp-content/plugins/premium-seo-pack/modules/title_meta_format/init.social.php on line 483

Ipocondria o disturbo d’ansia per la salute

“Mi sento come se fossi gravemente malata o stessi per morire, anche se in realtà non è cosi, penso che questi mal di testa siano dovuti ad un male inguaribile, vado sempre dai dottori e mi informo molto di cosa potrebbe essere ma non cambia niente e ho sempre paura che sia qualcosa di grave e mortale…”

ipocondria ipocondria

Ciò che definiamo ipocondria o disturbo d’ansia per la salute è un disturbo caratterizzato dalla presenza di una forte preoccupazione o convinzione di avere una grave malattia, basata sulla errata interpretazione di uno o più segni o sintomi fisici.
Tale timore spinge la persona a richiedere continue rassicurazioni mediche. L’aspetto principale di questo disturbo è che la paura o la convinzione ingiustificata di avere una malattia persistono nonostante le rassicurazioni mediche.

La persona affetta da ipocondria, ad esempio interpreterà un mal di testa, come indice di una grave patologia, ad esempio un tumore al cervello. Immaginiamo quindi questa persona come costantemente attenta e focalizzata sul proprio corpo e ad ogni minimo cambiamento delle funzioni organiche, l’ansia percepita e l’interpretazione erronea porta la persona a concentrarsi maggiormente sui segnali del corpo e a convincersi che tutto sia un segno di malattia. L’attenzione selettiva verso il proprio corpo, il rimugino sulla propria salute e la mancata fiducia nelle rassicurazioni degli specialisti, porta ad attribuire un’importanza esagerata al significato di segni e sintomi.
Viene così a consolidarsi un circolo vizioso che porta all’evitamento di qualsiasi sforzo fisico, a controlli del corpo costanti , alla ricerca di rassicurazioni da parte di familiari o conoscenti, da internet o da libri di medicina che, esponendo ad informazioni contrastanti, portano a rafforzare ulteriormente le proprie convinzioni sulla malattia.
Molto spesso i soggetti ipocondriaci adottano uno stile di vita molto simile a quello di un malato cronico o di una persona con evidenti invalidità ed evitano tutte le attività che richiedono degli sforzi per paura che questo possa nuocere alla loro salute o addirittura alla loro vita. Queste persone soffrono molto e tendono a “lamentarsi” della propria salute parlandone a lungo con chiunque sia disponibile all’ascolto. Questa modalità di porsi agli altri fa in modo che spesso il soggetto affetto da ipocondria vada incontro ad una progressiva compromissione delle relazioni interpersonali, sia all’interno che al di fuori del nucleo familiare. Inoltre rabbia e frustrazione sia da parte della persona ansiosa che da parte del medico curante non sono infrequenti e portano spesso il soggetto a cercare aiuto e rassicurazione da parte di altri specialisti.