Warning: DOMDocument::loadXML(): Start tag expected, '<' not found in Entity, line: 1 in /web/htdocs/www.annarosadeluca.it/home/admin/wp-content/plugins/premium-seo-pack/modules/title_meta_format/init.social.php on line 483

La depressione e i suoi sintomi

La depressione è uno dei problemi psicologici più comuni nelle società sviluppate, con i disturbi da abuso da sostanze e disturbi d’ansia, è tra i disturbi che vengono diagnosticati con maggiore frequenza: si stima che il 5 % della popolazione potrebbe soffrire ad un certo punto della loro vita di un episodio depressivo maggiore, una percentuale così alta ci dimostra che tutti noi possiamo conoscere o aver conosciuto molte persone affette da questo disturbo.

Non sorprende , quindi, che alcuni di loro li possiamo trovare nel nostro ambiente quotidiano: familiari, amici o colleghi.
Comprendere meglio la depressione, i sintomi, il suo corso e il trattamento, sarà dunque l’arma migliore per combatterla.
La sofferenza causata a chi soffre di questo disturbo è enorme e di gran lunga superiore a quello che le parole possono trasmettere.
L’alta prevalenza del disturbo depressivo, la sofferenza devastante di chi soffre di depressione e l’elevato rischio di suicidio correlato a tale disturbo, rende necessario il diffondere informazioni utili su questa malattia, che possono aiutare un pubblico che purtroppo è statisticamente in aumento.

Attualmente, ci sono trattamenti ampiamente efficaci: sia in ambito psicoterapeutico che nell’ambito farmacologico; raggiungendo i massimi livelli di successo in un trattamento combinato da entrambi.

depressione depressione
Distinzione tra tristezza e depressione

Quando si parla di depressione, la prima cosa importante da fare è distinguere chiaramente tra la normale tristezza e disturbo depressivo.

Purtroppo ci sono molte ragioni per cui gli esseri umani possono sentirsi molto tristi: la morte di una persona cara, la rottura di una storia d’amore, la solitudine. Per quanto dolorosi, questi stati d’animo non costituiscono necessariamente il disturbo.

Il disturbo insorge quando questo stato si prolunga nel tempo e aumenta la sua intensità, alterando la vita della persona, è in questo caso che possiamo parlare di uno stato depressivo.

Quali sono i sintomi che possiamo riscontrare in una persona depressa?

La depressione, come gli altri disturbi psicologici, può manifestarsi in molte forme diverse che variano da persona a persona ma alcuni sintomi sono comuni e tutti e necessari per fare una diagnosi.

L’emozione di tristezza è forse il più importante sintomo della depressione: questa emozione viene vissuta come un peso enorme che paralizza completamente.
La principale descrizione di chi va da uno specialista per sintomi depressivi è una sensazione di forte tristezza, sentirsi completamente svuotato, con un senso inspiegabile di vuoto, come se avesse perso la voglia di vivere o come se qualcosa si fosse rotto al loro interno. Spesso sono pazienti che non riescono a fare a meno di piangere.

Questa tristezza può raggiungere un tale punto di intensità che la persona smette addirittura di sentirla.
I nostri corpi e le nostre menti sono disposti a difendere ciò che ci fa troppo male, e quando il livello di sofferenza va al di là della nostra capacità di tollerarla, il nostro corpo, in un disperato tentativo di sopravvivere, alla fine diventa insensibile al dolore: è scollegato da esso e intorpidisce .
La sensazione di vuoto è ciò che le persone depresse riportano come causa principale del loro dolore e della loro preoccupazione.
Oltre a questo dolore incommensurabile, la persona depressa può anche sperimentare altre emozioni: nervosismo, irritazione, rabbia, colpa.

Un sintomo comune alle persone depressa è l’anedonia: uno stato in cui la persona non è in grado di provare piacere in nessuna attività: non c’è niente che riesce a coinvolgerli, niente riesce a far divertire o distrarre, è incapace di provare piacere o gioia anche per le cose che in passato generavano queste emozioni.
Il paziente depresso sente che tutto è indifferente, che niente ha davvero importanza, che più nulla ha la capacità di rendere felice.
Inoltre, questa incapacità di godersi la vita, è vissuta con un profondo senso di colpa: “ non sono in grado di essere felice, di godere delle cose che per cui tutti sono felici, se non sono in grado nemmeno di divertirmi e non sono in grado di fare nulla allora sono una persona inutile e la colpa è mia!

Un altro sintomo comune è uno stato di inibizione motoria: le persone depresse si muovono molto lentamente, parlano poco o molto lentamente o semplicemente evitano di farlo.
Le persone con depressione si sentono molto stanche e ogni piccolo gesto comporta un grande sforzo: il semplice atto di alzarsi dal letto al mattino sembra impossibile; il dover far fronte ogni giorno a compiti quali lavarsi o vestirsi diventa uno sforzo incredibile.
Tra i sintomi che influenzano il pensiero possiamo trovare due diversi gruppi:il funzionamento dei processi mentali e il contenuto dei pensieri.

Per quanto riguarda il funzionamento cognitivo, le prestazioni intellettuali delle persone depresse spesso sono seriamente compromesse, poiché l’attenzione, come la memoria e la capacità di concentrazione, sono ridotte in modo significativo.
D’altra parte, il tono emotivo di questi pensieri è sempre negativo e pessimistico: vedono il mondo come un luogo desolato, vedono se stessi come inutili e senza valore, il futuro sembra terribilmente buio e non hanno alcuna speranza che le cose possano migliorare.

A volte si parla di “triade cognitiva della depressione”: è una visione negativa del mondo, di se stessi e del futuro.

Quali sono i sintomi fisici?

La comparsa di sintomi fisici è molto comune ed è spesso la ragione principale per cui le persone si recano da un dottore.
I più comuni disturbi riferiti,che colpiscono tre quarti delle persone depresse sono i disturbi del sonno: a volte il problema è l’incapacità di addormentarsi, ma è molto comune svegliarsi molto presto la mattina senza la possibilità di riaddormentarsi. Molte persone riferiscono di avere continui risvegli notturni che non favoriscono un riposo adeguato.
Ci sono altre persone che soffrono invece per il problema opposto, vale a dire, l’ipersonnia, un costante stato di sonnolenza che impone loro di dormire più ore del solito o utilizzare il sonno come mezzo per sfuggire al proprio umore depresso.

Oltre ai disturbi del sonno ci sono molti altri indicatori fisici che possono confermare la presenza di una depressione: affaticamento, perdita di appetito e perdita di peso, la scomparsa del desiderio sessuale.
Anche se è molto comune che la persona depressa perda peso significativamente , vi sono casi opposti in cui si assiste ad un rapido aumento di peso dovuto ad un’ eccessiva assunzione di cibo, di solito ad alto contenuto di calorie .

I sintomi fisici della depressione variano notevolmente da persona a persona, tra i più comuni possiamo citarne alcuni: mal di testa , nausea, mal di stomaco , stitichezza o vertigini.

Meno evidenti ma altrettanto dolorosi sono i sintomi “delle relazioni sociali”: per la maggior parte delle persone depresse, le loro capacità di relazionarsi sono fortemente inficiate.
Solitamente le persone depresse affermano di avere perso interesse nel contatto sociale, spesso mettono in atto un comportamento di auto- isolamento che li porta alla solitudine: risulta difficile uscire di casa anche per breve tempo, non rispondono alle chiamate e si rifiutano di partecipare a qualsiasi tipo di evento sociale.
D’altra parte , è molto comune che l’ambiente circostante, a conoscenza delle ragioni di questo isolamento, finisce con il non coinvolgere la persona depressa. Questo meccanismo aumenta il loro isolamento, che a sua volta accresce la tristezza e il senso di solitudine.

Il primo passo per uscire dalla depressione è l’informazione, il secondo passo è chiedere aiuto.
La depressione è una malattia curabile!
Se desideri ulteriori informazioni o fissare un primo colloquio contattami!!

 

Rispondi