Warning: DOMDocument::loadXML(): Start tag expected, '<' not found in Entity, line: 1 in /web/htdocs/www.annarosadeluca.it/home/admin/wp-content/plugins/premium-seo-pack/modules/title_meta_format/init.social.php on line 483

Pensieri negativi – La causa segreta della tua bassa autostima?

Sicuramente tutti noi sperimentiamo pensieri negativi quando la vita diventa difficile e ci sentiamo sopraffatti da ciò che accade ma i pensieri più dannosi non sono quelli collegati a eventi oggettivamente faticosi da affrontare ma il flusso costante di pensieri negativi presenti ogni giorno in assenza della consapevolezza di quanto questi rechino un danno al nostro benessere quotidiano.
Ma se sono solo pensieri, qual è allora il problema?

Il pensiero negativo costante può essere così radicato in noi che smettiamo di renderci conto che lo stiamo facendo, a meno che non ci prendiamo il tempo di fermarci e  ascoltarci.Poiché siamo abituati a pensare in modo negativo, è facile presumere che questo non abbia grosse ripercussioni su di noi .Il pensiero negativo, invece, porta ad emozioni negative e a sua volta a valutazioni e scelte negative nella vita (circolo vizioso del pensiero negativo), in questo modo più saranno negativi i tuoi pensieri più è probabile che le scelte non siano realmente  filtrate da ciò che si desidera.
Inoltre il pensiero negativo induce ad un abbassamento del tono dell’umore ma specialmente il pensiero negativo favorisce un terreno fertile ideale per lo sviluppo di una bassa autostima.

 

ffffff pensieri negativi
Modelli di pensiero negativi che possono danneggiare la vostra autostima

Quali sono i pensieri negativi più comuni che diminuiscono la propria autostima?

  • Autocriticismo (“sono grassa, sono brutto, sono poco attraente”)
  • Credenze nucleari negative della valutazione negativa di se:( “non sono bravo, io non sono abbastanza intelligente, non saprò mai vincere, non vado bene, rimarrò sempre solo” )
  • Confronto con gli altri ( “non sarò mai bravo come gli altri” )

Non tutte le forme di pensiero negativo sono così evidenti come negli esempi sopracitati, alcuni che possono intaccare la nostra autostima sono di gran lunga più insidiose,come ad esempio:

  • dare la colpa a noi stessi quando accade qualcosa che non dipende da noi “se fossi stato più attento non mi avrebbero rubato la borsa), un semplice pènsiero di questo tipo appare illogico eppure è un modo diverso per dirsi che non si è abbastanza bravi o abbastanza intelligenti.
  • Anticipare sempre il peggior risultato di quello che potrebbe accadere “sicuramente l’esame andrà male”, “sicuramente non piacerò al ragazzo che mi devono presentare”, “farò una figuraccia alla presentazione in ufficio”,spesso qualcuno riferisce che questo modo di pensare è una strategia per non aspettarsi che le cose vadano bene per non restarne poi delusi ma in realtà il cervello, in questo modo, continua a ripeterci “non farai mai bene” e con il tempo l’autostima ne risente notevolmente.
  • Dubitare degli altri: “non mi posso fidare di lui”,“ non capirebbe mai quello che voglio dire”, “ lei non ci sarà se io ho bisogno”, “ lui non è davvero sincero come sembra”; il dubbio è spesso un modo per proiettare sugli altri le preoccupazioni che abbiamo su noi stessi e il poco valore che ci consentiamo.
  • Vergogna: spesso dietro questa emozione si mantengono pensieri denigratori su stessi che rendono difficile affrontare le situazioni in cui si crede che gli altri vedano in che modo ci sentiamo noi.

Cosa si può fare se i pensieri negativi in qualche modo stanno invalidando la tua autostima?

E’ possibile imparare a gestire il modo che usi per sabotarti cercando di trovare modalità alternative di pensiero più funzionali ad una valutazione positiva di sè.
E’ importante non sottovalutare il vantaggio di un sostegno psicologico quando si tratta di forti modelli di pensiero negativo che sono stati appresi, la terapia cognitivo comportamentale è una terapia che mira a identificare e modificare i modelli di pensiero disfunzionali sostituendoli con altri positivi.Questo permette di entrare in contatto con i propri pensieri ed emozioni permettendo di modificare l’interpretazione sul proprio valore.

Per qualsiasi informazioni contattami!!

 

Rispondi